Questo sito contribuisce alla audience di

Àntimo I

patriarca di Costantinopoli (sec. VI). Favorito dell'imperatrice Teodora, divenne vescovo di Trebisonda verso il 533 e due anni dopo passò alla sede patriarcale di Costantinopoli. Segretamente legato ai monofisiti, fu smascherato e deposto da papa Agapito e condannato dal Concilio di Costantinopoli del 536. Nello stesso anno Giustiniano confermò la condanna con una legge di Stato e da quel momento Antimo I scomparve dalla scena politica e religiosa di Costantinopoli. È autore di un volume di Anathematismi.

Media


Non sono presenti media correlati