Questo sito contribuisce alla audience di

Álvarez del Vayo, Julio

uomo politico e pubblicista spagnolo (Villaviciosa de Odón 1891-Ginevra 1975). Esponente del partito socialista, sindacalista della UGT e deputato nelle legislature del periodo repubblicano (dal 1931), fu ministro degli Esteri nel governo di Largo Caballero (1936-37), poi rappresentante spagnolo presso la Società delle Nazioni e di nuovo ministro degli Esteri, con Negrín, dal 1938 alla fine della guerra civile. In esilio dal 1939, ha pubblicato interessanti memorie (Freedom's Battle, 1940, La battaglia della libertà; The Last Optimist, 1949, L'ultimo ottimista). Dal 1971 fino alla morte fu presidente del FRAP (Frente Revolucionario Antifascista Patriótico), formazione di ultrasinistra rivoluzionaria.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti