Questo sito contribuisce alla audience di

Århus o Aarhus (città)

città della regione Midtjylland (Danimarca), 25 m s.m., 298.121 ab. (stima 2007).

Situata sulla costa orientale dello Jylland, alla foce del fiume Århus, è la seconda città del Paese per importanza. Il suo porto, che si apre sulla baia omonima, è collegato alle città di Oslo, Halmstad, Copenaghen e Kalundborg. Università (1928). § Fu fondata dai Vichinghi, che scelsero il sito per la posizione favorevole alla navigazione e ai commerci (il nome deriva probabilmente dal termine vichingo aros, che significa foce di fiume). Sede vescovile dal 948, crebbe grazie alla fertilità della regione circostante e ai traffici del suo porto, il più attivo dello Jylland. La città si espanse ulteriormente dal sec. XIII, accogliendo in seguito alla Riforma (1536) numerosi mercanti. Raggiunta dalla linea ferroviaria nel 1861, divenne un importantissimo nodo commerciale. § La chiesa di Nostra Signora è la più antica della città (sec. XII-XV) e possiede una cripta romanica a tre navate. La cattedrale, costruita in forme romaniche (sec. XIII) e rimaneggiata in stile gotico (sec. XV), è un vasto edificio a tre navate; conserva all'interno degli affreschi (1470-1520), la fonte battesimale in bronzo di Peter Hansen (1481), il pulpito in quercia del 1588, il polittico dell'altare maggiore di B. Notke (1479). La città vecchia è un vasto museo all'aperto che comprende 75 abitazioni tradizionali provenienti da tutta la Danimarca, in gran parte arredate con mobili originali. Il Museo di Arte Antica possiede circa 4000 opere d'arte antica (egiziana, greca, etrusca, romana) e una delle più interessanti collezioni di monete della Scandinavia. L'Aarhus Art Building è una costruzione del 1917 di A. Høeg-Hansen, con ampliamenti e aggiunte di C.F. Møller (1993 e 2003); comprende collezioni di arte contemporanea (pittura e scultura) e sezioni dedicate alla fotografia, al cinema e ai video. Il Museo dell'Arte ARoS, inaugurato nel 2004, custodisce una scelta di pittura e scultura danese dal sec. XVIII a oggi e opere di artisti internazionali contemporanei, mentre il Museo Moesgård ospita collezioni di preistoria, archeologia ed etnologia, con ricostruzioni di abitazioni dell'età del Ferro e vichinghe. § Alle attività portuali e cantieristiche si affianca una ricca industria, attiva nei settori meccanico, tessile, alimentare, cartario, petrolchimico e delle costruzioni. Di rilievo è il ruolo dei servizi, legato alle funzioni amministrative, commerciali, educative e turistiche della città. Aeroporto.