Questo sito contribuisce alla audience di

Èdison

società fondata a Milano nel 1884 con il nome di Società Generale Italiana di Elettricità Sistema Edison, per la produzione e la distribuzione dell'energia elettrica. Nel 1887 venne stipulata la convenzione con il Comune di Milano per il servizio di illuminazione pubblica. Successivamente la Edison divenne la capogruppo di un considerevole numero di società operanti nello stesso campo e legate fra loro mediante partecipazioni azionarie. Il patrimonio della Edison era costituito anche da varie altre partecipazioni, spesso di maggioranza, in numerose società, in Italia e all'estero, attive nei settori tessile, chimico, petrolchimico, delle materie plastiche, metalmeccanico, siderurgico, ecc. Con il provvedimento di nazionalizzazione dell'energia elettrica (1963) la Edison cessò l'attività in questo settore, potenziando nel contempo i suoi investimenti nelle altre attività. Nel 1966 la società si è fusa con la Montecatini (maggior gruppo chimico italiano) dando luogo alla Montedison (1969). In seguito alla ristrutturazione del Gruppo avviata nel 1972 i settori di attività sono stati scorporati e si sono costituite diverse società, tra cui la SELM (Servizi Elettrici Montedison) modificata nel 1991 in Edison S.p.A. a cui sono stati conferiti, nel corso del tempo, i settori dell'energia elettrica, del gas naturale, delle comunicazioni e dei servizi idrici. Nel 2001 Italenergia (Fiat, EdF, Tassara, Banca Roma, Banca Intesa, San Paolo) lancia un' OPA su Montedison e su Edison, acquisendone il controllo. Nel 2002 la Montedison, la Edison S.p.A., la FIAT Energia e la Sondel (società del gruppo Falck) si sono unite creando una nuova società che mantiene il nome Edison. Protagonista nel settore dell'energia in Italia è l'unico gruppo integrato nella produzione, trasporto e commercializzazione sia di energia elettrica sia di gas naturale.

Media


Non sono presenti media correlati