Questo sito contribuisce alla audience di

Èdolo

comune in provincia di Brescia (101 km), 699 m s.m., 89,44 km², 4291 ab. (edolesi), patrono: Natività di Maria (8 settembre).

Centro nell'alta Valcamonica. Nel Medioevo il territorio fu possesso dei vescovi di Brescia. Divenne dominio dei Visconti che lo infeudarono alla potente famiglia Federici; nel 1428 con tutta la Valcamonica passò a Venezia.§ La chiesa di San Giovanni Battista (sec. XVI) custodisce un ciclo di affreschi di Paolo da Cailina il Giovane (sec. XVI); la casa Zuelli presenta particolari architettonici di periodi tra i sec. XIV e XVI. Nella frazione Mu l'antica pieve di Santa Maria Nascente, ristrutturata e ampliata nei sec. XIV e XVII, conserva pregevoli opere lignee (sec. XVI-XVII).§ L'industria opera nei settori alimentare (caseifici e distillerie), dell'abbigliamento, della lavorazione del legno e dei metalli; sono in funzione importanti impianti idroelettrici. L'agricoltura produce patate, frutta e foraggi per l'allevamento bovino, ovino e caprino. Rilevante è il turismo (villeggiatura estiva ed escursionismo).

Media


Non sono presenti media correlati