Questo sito contribuisce alla audience di

Éluard, Paul

pseudonimo del poeta francese Eugène Grindel (Saint-Denis 1895-Charenton-le-Pont 1952). Interrotti gli studi a 16 anni per una grave malattia polmonare curata in Svizzera, al ritorno a Parigi, nel 1914, fu richiamato alle armi e spedito al fronte. Il contatto continuo con le pene umane degli anni di sanatorio e di guerra ha improntato i suoi primi versi: Le devoir et l'inquiétude (1917), Poèmes pour la Paix (1918). La sua partecipazione alla vita letteraria divenne attiva in seguito all'incontro con Breton, Soupault e Aragon, con i quali, negli anni tra il 1922 e il 1925, diede vita al movimento surrealista. Una dopo l'altra uscirono le raccolte di liriche: Mourir de ne pas mourir (1924), Les dessous d'une vie (1926), Capitale de la douleur (1926; Capitale del dolore). Fin da allora egli mostrò di vedere nella poesia, oltre i dettami dell'inconscio, un imprescindibile strumento di comunicazione umana, dove le immagini acquistano il loro significato reale attraverso un vocabolario di estrema limpidezza e semplicità. Il desiderio di attingere alla vita reale ha contrassegnato raccolte che sono il riflesso autentico, ora drammatico ora rasserenato, di una vita caratterizzata da un continuo tendere verso la perfezione morale e intellettuale: La vie immédiate (1932), Les yeux fertiles (1936), Cours naturel (1938). Con Donner à voir (1939), alle soglie della guerra, il poeta si è risolutamente incamminato verso il contatto fraterno con gli uomini, che lo ha fatto militare nella Resistenza e nel partito comunista e scrivere alcune delle sue più belle poesie di impegno politico e sociale: Poésie et vérité (1942), Au rendez-vous allemand (1944). Dall'incontro tra il surrealismo e l'impegno umano e politico nasce l'universalità dell'arte di Éluard, che si esprime compiutamente in Poésie ininterrompue (1946 e 1953), vera somma poetica di tutta una vita.

Bibliografia

U. Piscopo, La poesia di Èluard e la cultura italiana, Roma, 1965; L. Decaunes, Èluard, l'amour, la révolte, la rêve, Parigi, 1982; S. Bugatti, Attualità di Paul Èluard, Roma, 1985;Hamra El Badaoui, La dynamique imaginaire dans la poésie d'Èluard, Parigi, 1985.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->