Questo sito contribuisce alla audience di

Ònani

comune in provincia di Nuoro (37 km), 482 m s.m.,71,55 km², 473 ab. (onaniesi), patrono: Sacro Cuore di Gesù (27 giugno).

Centro situato alla destra dell'alto corso del rio Mannu; è compreso nel Parco Geominerario della Sardegna. L'abitato, di origine nuragica, fece parte nel Medioevo (sec. XI) della curatoria della Barbagia di Bitti, nell'ambito del Giudicato di Gallura e poi di quello d'Arborea (sec. XIV). Incluso nel Marchesato di Oristano (1410), conquistato nel 1478 dagli Aragonesi e incorporato nel Marchesato di Orani (1617), ne seguì le sorti fino all'abolizione dei feudi (1839).Nel paese si trovano resti del nuraghe Santu Pretu e la chiesetta romanico-pisana di San Pietro, di probabile origine duecentesca.§ L'economia è basata sull'agricoltura e sull'allevamento di bovini e caprini.

Media


Non sono presenti media correlati