Questo sito contribuisce alla audience di

Čarot, Michas

pseudonimo del poeta belorusso Kudzelka Michail Sjamjonavič (Ruzdzensk 1896-1938). Figura di primo piano della vita culturale e politica belorussa negli anni Venti, cadde in disgrazia durante il periodo staliniano; fu riabilitato dopo il XX Congresso del PCUS Lirico spontaneo, cantò nei suoi poemi (Scalzi sul focolare, 1922; Belorussia in scarpe di rafia, 1927) la Rivoluzione d'Ottobre.