Questo sito contribuisce alla audience di

Čukči, Circondàrio Autònomo dei-

(Čukotskij avtonomnyj okrug). Circondario autonomo della Russia nordorientale, 737.700 km², 50.526 ab. (stima 2006), 0,06 ab./km², capoluogo: Anadyr. Confini: Repubblica di Saha (W), Territorio della Kamčatka (S), provincia di Magadan.

Si estende all'estremità nordorientale della Siberia e comprendente la penisola dei Čukči e la zona retrostante fino al medio corso del fiume Omolon. La provincia è bagnata dal Mare dei Čučki, dal Mar Siberiano Orientale e dal Mare di Bering. Il territorio è montuoso (altopiano dell'Anadyr, 1853 m e a S i Monti Kenkeren, dove si trovano numerosi laghi glaciali), attraversato dai fiumi Omolon, Anjuj e Anadyr e comprendente i laghi Krasnoe, Pekulnejskoe ed El'gygytgyn. Quest'ultimo, ubicato all'interno di un cratere meteoritico, riveste un grande interesse scientifico in quanto non ha mai subito glaciazioni; i 400 m di sedimenti consentono lo studio del clima in era preistorica. La vegetazione presenta le caratteristiche della tundra artica. Il rigido clima di tipo subpolare fa sì che il circondario abbia una scarsissima densità di popolazione, per la metà composta da russi, seguiti da čukči, ucraini, eschimesi. Risorse economiche principali degli abitanti sono la pesca, l'allevamento delle renne, la caccia agli animali da pelliccia e lo sfruttamento del sottosuolo (oro viene estratto a Bilibino e Komsomol'skij, stagno a Pevek e Krasnoarmejskij, mercurio e lignite ad Anadyr e carbone a Beringovskij. Il capoluogo situato lungo il corso del fiume Anadyr, è un importante porto del Mare di Bering.Fino al 1991 il Circondario ha fatto parte della provincia di Magadan.

Media


Non sono presenti media correlati