Questo sito contribuisce alla audience di

Šaginjan, Marietta Sergeevna

scrittrice russa di origine armena (Mosca 1888-1982). Dopo gli studi universitari a Mosca e a Heidelberg si dedicò al giornalismo. Esordì con versi simbolico-mistici (I primi incontri, 1909; Orientalia, 1913), ma passò presto alla stesura di romanzi quali l'autobiografico Il proprio destino (1923), Il cambiamento (1924), sulla Rivoluzione d'ottobre, la trilogia avventuroso-poliziesca Mess Mend (1924-25), sugli Americani a Pietrogrado, e L'idrocentrale (1931), uno dei primi romanzi del realismo socialista. Dopo una parentesi di racconti, diari, libri di viaggio e critiche letterarie, tornò al romanzo nel 1957 con La famiglia Uljanov, su Lenin, e con Resurrezione dai morti (1964), sulla vita del compositore Josef Mysliveček. Si ricordano inoltre Le lettere dall'estero (1964) e Schizzi di anni diversi (1977), raccolta di scritti tra il 1941 e il 1976.