Questo sito contribuisce alla audience di

Šiškov, Vjačeslav Jakovlevič

narratore russo (Bežeck, Tver, 1873-Mosca 1945). Ingegnere in Siberia dal 1895 al 1915, ambientò in quelle regioni la maggior parte delle sue opere. Tra i romanzi si ricordano La taiga (1916), Il lago Pejpus (1925), I vagabondi (1931), Il fiume cupo (1933) e, soprattutto, Emeljan Pugačëv (3 vol.; 1938-45), vasto affresco della seconda metà del Settecento russo con le rivolte contadine capeggiate appunto da E. I. Pugačëv.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti