Questo sito contribuisce alla audience di

ʽOsmān

terzo dei califfi “ortodossi” (m. 656). Appartenente alla famiglia degli Omayyadi, fu il primo fra gli aristocratici della Mecca a convertirsi all'Islam e sposò successivamente due figlie di Maometto. Ottenne già vecchio il califfato (644). Fu avido e sfacciatamente nepotista. Durante il suo califfato fu ripresa Alessandria (646) e tutto l'Egitto fu assoggettato agli Arabi, che occuparono anche la Persia e l'Armenia. Per opera di ʽOsmān il manoscritto medinese del Corano fu dichiarato unico testo canonico. Contro di lui si creò una forte opposizione, specie a Medina tra i vecchi compagni del Profeta. Fu ucciso forse con la complicità del suo successore, ʽAlī ibn Abī Ṭālib.

Media


Non sono presenti media correlati