Questo sito contribuisce alla audience di

Ṣabrī, ʽAlī

uomo politico egiziano (1920-1991). Fedele collaboratore di Nasser, fu nominato primo ministro nel 1964, l'anno successivo divenne vicepresidente della Repubblica e segretario generale dell'Unione Socialista Araba (1965-67). Dopo aver svolto importanti missioni, ritornò a dirigere il partito nel 1968 e tenne la carica sino al 1970. Morto Nasser, tornò alla vicepresidenza della Repubblica ma nel 1971 fu destituito da Sadāt. Accusato di complotto e condannato a morte, ebbe poi commutata la pena nei lavori forzati a vita. Fu però scarcerato nel 1981.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti