Questo sito contribuisce alla audience di

Coimbra (città)

Guarda l'indice

capoluogo del distretto omonimo (Portogallo), 21 m s.m., 104.489 ab. (2001).

Generalità

Situata sul medio corso del fiume Mondego, Coimbra comprende tre parti: la città alta, medievale, caratterizzata da vie strette e tortuose; la città bassa, più recente, sulla riva del fiume, collegata alla prima da ripide scalinate; e la città moderna, con vie ampie, ricca di verde. Vi si trova una delle più antiche università europee, la cui storia si intreccia con quella della città e con la vicenda culturale portoghese; fino al 1910 quella di Coimbra fu infatti l'unica università del Paese.

Storia

Fondata probabilmente dai Celti (Conimbriga, da briga, “fortezza”), divenne un importante centro militare sotto i Romani con il nome di Aeminium. Nel Medioevo vi risiedettero alcuni re visigoti e fu quindi a lungo fortezza araba. Conquistata ai Mori da Ferdinando I il Grande, nel 1139 divenne la capitale del regno portoghese e tale rimase fino al 1260. La sua fama è legata soprattutto all'università, una delle più antiche d'Europa, con sede (dal 1540) nell'antico palazzo reale. Fondata nel 1290 a Lisbona da re Dionigi e trasferita a Coimbra nel 1308, nei due secoli successivi venne più volte spostata tra le due città. Riportata definitivamente a Coimbra nel 1537, fu sino al 1910 l'unica università portoghese e in seguito uno dei principali focolai dell'opposizione al regime di Salazar. Coimbra fu saccheggiata dai francesi nel 1810.

Arte

La Cattedrale vecchia (Sé Velha; 1130-85) è la più importante chiesa romanica del Portogallo e risente dell'architettura di quella della vicina Santiago de Compostela. La facciata, a coronamento orizzontale e merlatura moresca, mossa da tre avancorpi molto sporgenti al centro e ai lati, ha l'aspetto di una fortezza. L'altare maggiore, dello scultore fiammingo Olivier de Gand (1501-08), è l'ultimo capolavoro dello stile gotico fiammeggiante in Portogallo. La cappella del Sacramento (1566), del francese Jean de Rouen (João de Ruão), è un caratteristico esempio del Rinascimento franco-lusitano. Uno splendido complesso di stile manuelino è rappresentato dal monastero di Santa Cruz (ricostruito nel 1517-21); qui si trovano i sepolcri di Alfonso I Henriques e del figlio Sancio I, i fondatori del regno portoghese. La chiesa dei Gesuiti, di tipo barocco romano, divenne cattedrale nuova (Sé Nova) alla soppressione dell'ordine (1773). Dell'antica università rimangono la cappella dei Palazzi (sec. XVI), la sala dei Capelos e il chiostro dei Gerais (sec. XVII), la Biblioteca e la torre della Capra (sec. XVIII). Nel vecchio palazzo episcopale, attribuito all'architetto italiano Filippo Terzi, ha sede il Museo Machado de Castro, che contiene gran parte dei reperti archeologici rinvenuti nella zona dell'antica Conimbriga.

Economia

Coimbra è un importante mercato agricolo e sede di industrie. Di rilievo è il ruolo assunto dal turismo e dal terziario in generale.

Curiosità e dintorni

In maggio si svolge la Queima das fitas, la maggiore festa studentesca d'Europa, in cui i laureandi, vestiti in abito tradizionale (capa e batina, cioè una finanziera e un mantello entrambi neri), bruciano il nastro che indica gli studi compiuti. Per questo evento, che si rinnova da più di cento anni e comprende concerti, sfilate di carri, balli e altri appuntamenti più o meno programmati, giungono a Coimbra decine di migliaia di giovani da tutto il Portogallo.A circa 17 km dalla città si trovano i resti di Conimbriga, il più vasto complesso romano in Portogallo. Testimoniano lo splendore che la città visse resti di edifici, giardini e terme, con splendidi mosaici.

Media


Non sono presenti media correlati