Questo sito contribuisce alla audience di

Naipaul, Vidiadhar Surajprasad

(V. S. Naipaul). Scrittore caribico (Trinidad 1932). Di famiglia indiana bramina emigrata a Trinidad, nel 1950 ha abbandonato l'isola per stabilirsi in Gran Bretagna, dove ha completato i suoi studi presso l'Università di Oxford. Artefice di uno stile letterario collocabile tra il romanzo storico e l'autobiografia, Naipaul fin dai suoi primi racconti, The Mistic Masseur (1957; Il massaggio mistico), The Suffrage of Elvira (1958; Elezioni a Elvira), Miguel Street (1959), con una prosa raffinata, accompagnata da eleganza psicologica e da una sottile ironia, ha affrontato i temi del cosmopolitismo e dell'appartenenza, tratteggiando personaggi singolari, colti nel mezzo di una difficile transizione. Arriva al successo nel 1961, con A House for Mr Biswas (Una casa per Mr Biswas, trad .it. 2005), dove racconta la breve vita di un hindu di umili origini attraverso i numerosi cambiamenti di lavoro e di condizione sociale. In Guerrillas (1975) e in molti altri suoi libri emergono anche la concezione della politica come menzogna, le frustrazioni e le illusioni prodotte dalle ideologie progressiste. Mentre le storie dei suoi precedenti romanzi si svolgono nei Caraibi, A Bend on the River (1979; Alla curva del fiume) è ambientato in un Paese africano, segnando l'inizio di una fase più matura dello scrittore, sfociata poi in una maggiore introspezione con The Enigma of Arrival (1987; L'enigma dell'arrivo). In questo ultimo romanzo, di tipo autobiografico, Naipaul mette a confronto la sua cultura e quella anglosassone, facendo proprio un punto di vista distaccato e scettico, spettato sempre ai colonizzatori inglesi. È autore inoltre di alcuni libri di viaggio, come The Middle Passage (1962; Il passaggio di mezzo), Among the Believers: An Islamic Journey (1981; Fra credenti: viaggio nell'Islam) e The Crocodiles of Yamoussoukro (1983; trad. it. I coccodrilli di Yamoussoukro, 2004). Sempre nel 2004 è stato pubblicato il romanzo Magic Seeds (I semi magici, trad. it. 2007), una storia che, sullo sfondo del tema dell'esilio, parla della capacità della scrittura di riscattare un vita di violenza, come se scrivere e vivere fossero la stessa cosa. Naipaul ha pubblicato anche diversi saggi sull'India, tra cui India: A Wounded Civilization (1977; Una civiltà ferita: l'India), feroce ritratto del Paese, e India: A Million Multinies Now (1990; Un milione di rivolte), riscoperta della patria dei suoi antenati e della sua cultura. Tra le altre opere si ricordano: A Way in the World (1990; Una via nel mondo), Beyond Belief (1998; Fedeli a oltranza), Half A Life (2001; Una vita a metà). Nel 2001 è stato insignito del premio Nobel per la letteratura, "per aver unito intuizione narrativa e indagine incorrotta, così da far emergere storie che sono state poste sotto silenzio". Nel 2005 viene pubblicato in Italia A House for Mr Biswas (1961; Una casa per Mr. Biswas, romanzo popolare che racconta la saga di un uomo, responsabile della morte accidentale del padre.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti