Questo sito contribuisce alla audience di

Aïr

(o Azbine), massiccio montuoso del Sahara centro-meridionale, nella Repubblica del Niger. Diramazione sudorientale dell'Ahaggar, da cui lo separa l'Oued Azaoua, è limitato a E dal deserto del Ténéré, a W dal deserto del Talak e a S dalla scarpata rocciosa del Tigidit. Il massiccio è costituito da una serie di poderosi altopiani di gneiss e micascisti precambriani alti in media da 800 a 1200 m, da cui emergono rilievi granitici pure precambriani e una serie di vulcani che, durante la loro passata attività, eruttarono grandi colate basaltiche; i principali gruppi montuosi, da N a S, sono quelli del Greboun (2000 m), del Tamgak (1800 m), dell'Agalak (1700 m), del Baguezane (1900 m), del Todra (1800 m). La temperatura è elevata tutto l'anno; le piogge (100 mm annui), irregolarmente distribuite, alimentano corsi d'acqua periodici sulle cui rive allignano acacie e palme dum: solo nelle oasi, in cui vivono 20-25.000 Tuaregh, dediti alla pastorizia (ovini, caprini), crescono palme da dattero e agrumi. L'isolamento e il clima favoriscono la conservazione di alcune specie animali (mufloni, addax, orici, ecc.) altrove in via di estinzione. La zona è ricca di minerali di zinco, stagno, tungsteno e soprattutto di uranio, estratto dal giacimento di Arlit, sul versante occidentale; su quello meridionale è situata Agadès, il centro principale dell'Aïr.

Media


Non sono presenti media correlati