Questo sito contribuisce alla audience di

Aškerc, Anton

poeta sloveno (Globoko, Stiria meridionale, 1856-Lubiana 1912). Nella prima raccolta poetica (Ballate e romanze, 1890) tematiche filosofiche si alternano con motivi storici. I sentimenti di Aškerc si manifestano chiaramente soprattutto nel ciclo La vecchia legge, dedicato all'insurrezione contadina guidata da Matija Gubec. L'amarezza dell'autore, condannato dalla critica di parte cattolica, si riflette nelle sue successive raccolte, tra cui spiccano Nuove poesie (1900), Perle dell'Adriatico (1907), Acropoli e Piramidi (1909).

Media


Non sono presenti media correlati