Questo sito contribuisce alla audience di

Aḥmad al-Manṣur

sesto sultano dei Saʽditi (Fès 1549-1603). Salì al trono nel 1578, lo stesso giorno (4 agosto) della battaglia di Alcazarquivir cui aveva partecipato. Eletto col soprannome di al-Manṣūr (il Vittorioso), si rivelò la personalità più brillante della dinastia; abile diplomatico, intrattenne relazioni per un'alleanza con Spagna e Inghilterra. A lui si deve l'effimera conquista (1591) del Songhai che gli permise di far affluire in Marocco una notevole quantità d'oro e di schiavi (da ciò deriva un suo secondo soprannome, il Dorato). Abbellì Marrakech, la capitale del suo impero, dove fece costruire, tra l'altro, il celebre palazzo di al-Badī'.

Media


Non sono presenti media correlati