Questo sito contribuisce alla audience di

ASIC

acronimo di Application Specific Integrated Circuit. Nome che identifica quei circuiti integrati realizzati specificamente per una certa applicazione e progettati appositamente da una certa industria o da un certo laboratorio di ricerca. La distinzione fra circuiti ASIC e circuiti integrati d'uso comune (detti anche Commodity IC) trae origine da un lato dall'elevata complessità dei circuiti stessi, dall'altro dalla separazione dei ruoli di progettazione del circuito (effettuato in gran parte presso l'industria o il laboratorio committente) e di produzione effettiva (realizzata presso particolari industrie specializzate dette Foundries). Un singolo circuito ASIC può risolvere problemi di elaborazione digitale del segnale su un unico chip, in luogo di una scheda complessa realizzata con vari integrati disponibili sul mercato. Per contro, affrontare lo sviluppo di un ASIC comporta alti costi per il committente, derivanti dalle spese di progettazione, di costruzione e di collaudo. Un ASIC può contenere macrocelle, elementi di calcolo, memorie, dispositivi di input e di output e, a volte, elementi analogici. La realizzazione dell'ASIC rende il prodotto finale assolutamente sicuro per quanto riguarda eventuali rischi di copiatura o riproduzione non autorizzati. Circuiti ASIC sono usati nell'ambito del processamento del segnale, delle applicazioni militari, spaziali e di ricerca.