Questo sito contribuisce alla audience di

Acri, Francésco

filosofo italiano (Catanzaro 1843-Bologna 1913). Il suo pensiero si può intendere solo in rapporto a Platone. Egli è infatti noto anche come ottimo traduttore di alcuni dialoghi platonici e in lui le attività di pensatore e di traduttore sono intrinsecamente legate. Sensibile all'indirizzo filosofico di A. Rosmini e di V. Gioberti, Acri sostiene uno spiritualismo cristiano in cui il platonismo, integrato dal pensiero di sant'Agostino, appare come la filosofia più aperta al completamento cristiano. Acri fu in polemica contro i positivisti e contro gli aderenti alla scuola hegeliana dello Spaventa.

Media


Non sono presenti media correlati