Questo sito contribuisce alla audience di

Adórno, Màrio

avvocato e patriota siciliano (Siracusa 1773-1837). Prese parte ai moti carbonari del 1820-21. Nel 1837, in un proclama ai “fratelli siciliani”, accusò il governo di aver volontariamente diffuso il colera, affermando che esso non era “asiatico, ma borbonico”; spinse così alla rivolta le popolazioni già inasprite dal dazio sul macinato. Arrestato, venne giustiziato col figlio Carmelo.

Media


Non sono presenti media correlati