Questo sito contribuisce alla audience di

Adua

Guarda l'indice

Generalità

Città (14.000 ab.) dell'Etiopia settentrionale, nella regione del Tigrè, di cui fu capoluogo; posta a 1895 m tra Aksum e Adigrat, sulla rotabile Asmara-Addis Abeba, è centro commerciale di un importante distretto agricolo, noto anche per il suo fiorente artigianato (tessuti, oggetti di metallo e di cuoio).

Storia

Di scarsa importanza fino alla seconda metà del sec. XIX, acquistò una posizione preminente nel 1876, allorché divenne residenza del negus Giovanni IV. Situata in una conca di grande interesse strategico, fu teatro della battaglia conclusiva della guerra italo-abissina (1º marzo 1896). Le truppe italiane, comandate dal generale Baratieri, furono sconfitte dagli Abissini guidati dall'imperatore Menelik II; questo evento fu una delle cause delle dimissioni di Crispi e portò a un graduale disimpegno dell'Italia che riconquistò Adua solo nel 1935, durante la guerra italo-etiopica, per perderla nuovamente nel 1941.

Media


Non sono presenti media correlati