Questo sito contribuisce alla audience di

Afrànio, Lùcio

poeta comico e oratore latino (seconda metà del sec. II a. C.). È considerato il principale autore di commedie togate. La sua produzione fu abbondantissima: si conoscono più di 400 titoli e 200 frammenti. Anche da questi traspaiono la sua grande ammirazione per Terenzio e Menandro e la sua attenzione volta a ritrarre la vita familiare e le sue piccole vicissitudini, in una lingua fine e garbata. Come il suo contemporaneo Accio, Afranio godette di una lunga fortuna fino all'età imperiale.

Media


Non sono presenti media correlati