Questo sito contribuisce alla audience di

Aguayo, Fermín

pittore spagnolo (Sotillo de la Ribera 1926-Parigi 1977). Da autodidatta si unì ai primi pittori astrattisti spagnoli. Recatosi a Parigi nel 1952, vi tenne la sua prima personale nel 1958, presentando tele con soggetti paesaggistici astratti. Verso il 1960 reintegrò la realtà nella sua pittura trattando più concretamente lo spazio e la luce, sia nei paesaggi sia nelle nature morte o nei ritratti ispirati a Velázquez (Infanti e Filippo IV). Manipolò autoritratti di pittori celebri (Rembrandt, 1972; Tiziano, 1972; Cézanne, 1974), dedicandosi parallelamente a soggetti e a personaggi anonimi (Libro, 1971; Pioggia, 1973).

Media


Non sono presenti media correlati