Agusta

gruppo industriale aeronautico fondato a Varese da Giovanni Agusta nel 1907 e passato nel 1995 dal controllo dell'Efim alla Finmeccanica. Inizialmente si occupò della revisione e manutenzione di velivoli militari, realizzando anche alcuni prototipi. Nel 1937 avviò la costruzione in serie di addestratori Ro 41 concludendola nel 1949. Con grande intuito commerciale, si aggiudicò la licenza dell'elicottero militare Bell 47, il cui primo esemplare costruito in Italia volò nel 1954. Dal 1950 venne attivata la Meccanica Verghera, le cui motociclette conquistarono numerosi titoli mondiali. Attraverso successive licenze Bell e Sikorsky, l'Agusta si affermò come grande azienda costruttrice di elicotteri mentre meno fortuna ebbe nella realizzazione di aeromobili ad ala fissa. La produzione comprendeva elicotteri di progettazione interamente italiana come l'A 109, concepito all'inizio per l'impiego civile e poi trasformato in versioni militari come: controcarro, attacco leggero, supporto ravvicinato e impiego navale. Il suo derivato, l'A 129 Mangusta, era usato come ricognitore armato e controcarro. L'AB 206 L Long Ranger, per trasporto leggero, soccorso e servizio, e l'AB 212, per trasporto plurimpiego, venivano costruiti su licenza Bell Aircraft Corp. Su licenza Sikorsky si produceva l'ASH 3H, elicottero biturbina ogni tempo antisom, e l'HH 3F, per ricerca e soccorso in mare. L'Agusta comprendeva anche la SIAI-Marchetti (costruttrice di aeroplani) e la Breda-Nardi attiva nel settore elicotteristico. Nel 1981 l'Agusta ha dato inizio alla produzione dell'elicottero trimotore EH 101, costruito in collaborazione con l'inglese Westland Helicopters, acquistato dalle forze armate di Italia, Regno Unito e Canada, mentre un esemplare civile è stato impiegato dalla polizia municipale di Tōkyō. Dal 1994, inoltre, la gamma dei suoi elicotteri è stata ampliata da nuove e più potenti versioni dell'A 109: l'A 109 Power, l'A 129 International, con rotore a 5 pale, il monomotore A 119 Koala, a carrello fisso, e l'A 109 LUH (Light Utility Helicopter), veicolo leggero per compiti vari, venduto anche alla Repubblica del Sudafrica. Nel 1998 il gruppo Agusta ha siglato un accordo con la statunitense Bell Helicopter per la realizzazione di una joint venture, denominata Bell-Agusta Aerospace Company, per lo sviluppo dell'elicottero bimotore AB 139 e del Tiltrotor BA 609, il primo convertiplano progettato e costruito specificatamente per il mercato civile. L'accordo firmato nel 2000 con la francese Eurocopter, la tedesca Eurocopter Deutschland e l'olandese Storck Fokker, ha dato inizio alla realizzazione della linea dell'elicottero pesante NH 90, destinata alla ricerca di sottomarini e navi. Nel 2001 gli accordi di collaborazione con la Westland Helicopters sono sfociati nella creazione di una joint venture denominata Agusta-Westland, allo scopo di formare un polo elicotteristico europeo, leggermente superiore a Eurocopter per dimensioni e fatturato. Nel 2004 Agusta-Westland è stata interamente acquisita daFinmeccanica.

Media


Non sono presenti media correlati