Questo sito contribuisce alla audience di

Aidomaggióre

comune in provincia di Oristano (50 km), 250 m s.m., 41,33 km², 542 ab. (aidomaggioresi), patrono: Madonna delle Palme (24 maggio).

Centro dell'altopiano di Abbasanta, situato presso la sponda occidentale del lago Omodeo. Probabile pagus romano, come attestano i numerosi ritrovamenti di tombe e iscrizioni, dal sec. XI fece parte del Giudicato d'Arborea e dal 1410 del Marchesato di Oristano. Dopo la conquista aragonese (1478) fu incamerato nel patrimonio regio e riscattato nel 1839 con l'abolizione del regime feudale.§ Nell'abitato, a pianta circolare, sorgono la trecentesca chiesa di San Gavino e la parrocchiale cinquecentesca, ristrutturata nel Settecento, che custodisce un bel coro ligneo secentesco. § I principali prodotti dell'agricoltura sono cereali, olive, frutta e uva (con produzione di vini DOC). Si praticano, inoltre, l'allevamento bovino e ovino e la raccolta del sughero. § Nei dintorni si trovano numerose testimonianze preistoriche con nuraghi e “tombe dei giganti”.

Media


Non sono presenti media correlati