Questo sito contribuisce alla audience di

Aillaud, Émile

architetto francese (Città di Messico 1902-Parigi 1988). In netta polemica con i principi espressi dalla Carta di Atene, Aillaud è soprattutto noto per alcuni grands ensembles realizzati, assolutamente unici per la definizione formale degli spazi (Les Courtilières a Pantin 1959-61, Cité du Weisberg a Forbach 1959-63). Nel 1967-71 costruì La Grande-Borne, un complesso di 3700 alloggi a Grigny, che sarebbe divenuta, in quegli anni, oggetto di riflessione sulla forma della città. Aillaud, rifuggendo dall'adozione di megastrutture verticali e dall'esasperazione del sistema combinatorio, cerca di evitare la monotonia creando una certa complessità anche attraverso qualche velato riferimento a modelli storici. Agli stessi principi si ispira un complesso di torri d'abitazione a Nanterre, realizzato tra il 1970 e il 1978.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti