Questo sito contribuisce alla audience di

Airòldi, Césare

uomo politico e naturalista italiano (Palermo 1774-Firenze 1858). Appartenente a una nobile famiglia siciliana, si formò politicamente in Italia settentrionale dove subì l'influsso delle idee che dalla Francia vi si erano diffuse. Tornato in Sicilia nel 1812, partecipò all'elaborazione della Costituzione; successivamente, come presidente della Camera dei Comuni e direttore del Ministero degli Interni (1813), assunse posizioni risolutamente filobritanniche. Dopo la Restaurazione fu allontanato da Ferdinando I e si stabilì definitivamente a Firenze, dove si dedicò agli studi. Insigne naturalista, ha lasciato un'interessante collezione di minerali.

Media


Non sono presenti media correlati