Questo sito contribuisce alla audience di

Alòadi

(greco Alōiádai), due gemelli della mitologia greca, figli del dio Posidone e di Ifimedea, così chiamati da Aloeo, sposo di Ifimedea. Crebbero prodigiosamente e divennero giganti. Tentarono di far guerra agli dei, ma furono uccisi da Apollo. Secondo un'altra versione, morirono uccidendosi a vicenda mentre cercavano di rapire Era e Artemide: una cerva si pose tra loro, i due le scagliarono le lance, ma la cerva sparì ed essi si trafissero l'un l'altro. Finirono agli Inferi dove stanno legati, di spalle, a una colonna. Una loro famosa impresa, nella lotta contro gli dei, fu la cattura del dio Ares, che tennero prigioniero per tredici mesi in un vaso di bronzo.

Media


Non sono presenti media correlati