Questo sito contribuisce alla audience di

Alawiti (dinastia del Marocco)

nome della dinastia regnante in Marocco, nota anche come Filaliana dalla regione di Tafilalet, nelle cui oasi essa ebbe il suo centro di azione. Si trattava di famiglia sceriffale, in quanto discendente da al-Ḥasan, uno dei figli di ʽAlī e Fāṭima, che giunse dall'Arabia in Marocco alla fine del sec. XIII. Lo stato di anarchia in cui si trovava il Marocco sotto la dinastia saʽdita indusse, nella prima metà del sec. XVI, le cabile dell'oasi di Tafilalet a scegliere come proprio capo Mūlāy ash-Sharjf, uno degli sceriffi alawiti, cui successe nel 1635 il figlio Muḥammad. Questi combatté contro Marabutti e Turchi pur senza riuscire a costituirsi un regno finché l'uccisione dell'ultimo sultano dei Saʽditi gli offrì l'occasione di farsi proclamare sultano del Marocco (1659) dando così inizio a una nuova dinastia. A Muḥammad successe (1664) il fratello ar-Rashīd che, creatosi un proprio regno, dopo cinque anni dedicati alle razzie e al brigantaggio, uccise il fratello e salì al trono del Marocco (1664-71). Ismā'īl, il terzo sultano (1672-1727), portò al definitivo consolidamento della dinastia, che dal sec. XVI ha ininterrottamente regnato in Marocco.

Media


Non sono presenti media correlati