Questo sito contribuisce alla audience di

Albèrti (famiglia fiorentina)

famiglia fiorentina il cui capostipite fu il giudice e notaio Rustico, signore di Catenaia in Casentino, stabilitosi a Firenze al principio del sec. XIII. Nei due secoli successivi vari membri della famiglia ebbero importanti cariche pubbliche (Neri di Iacopo fu priore con Dante), furono capi guelfi di parte bianca poi esiliati temporaneamente da Firenze per alleanze con i Neri. Banchieri e mercanti attivissimi, con traffici e affari in tutta Europa, raccolsero enormi ricchezze passate quasi in proverbio dagli scrittori del tempo. Da questa famiglia nacque anche Leon Battista Alberti.

Media


Non sono presenti media correlati