Questo sito contribuisce alla audience di

Albèrto I (principe di Monaco)

principe di Monaco (Parigi 1848-1922) della famiglia Grimaldi. Succeduto al padre Carlo III nel settembre 1889, riorganizzò l'amministrazione del piccolo Stato e incoraggiò il turismo, migliorando le strutture ricettive. Il suo governo segnò anche sul piano politico la modernizzazione del principato: al 1911 risale infatti la Costituzione, di ispirazione liberale, con cui Alberto I pose fine al regime assolutistico. Abile uomo di mare e attento studioso di problemi oceanografici, si arruolò poco più che ventenne nella marina da guerra francese e compì in seguito importanti viaggi scientifici, interessandosi principalmente allo studio delle correnti e delle loro conseguenze sull'ambiente marino ed effettuando importanti rilievi di plancton con strumenti di sua invenzione. Grazie ai meriti acquisiti in questo campo, per i suoi studi sulla corrente del Golfo e per le carte batimetriche (24 fogli) degli oceani realizzate sotto la sua direzione, fu nominato (1891) membro straniero dell'Accademia delle Scienze di Parigi. Fondò a Monaco il celebre Museo Oceanografico (1910) e a Parigi l'Istituto Oceanografico (1906) e l'Istituto di Paleontologia Umana (1920).

Media


Non sono presenti media correlati