Questo sito contribuisce alla audience di

Albani, Annìbale

ecclesiastico ed erudito italiano (Urbino 1682-Roma 1751), nipote di Clemente XI e fratello di Alessandro. Nunzio straordinario a Vienna (dal 1709 al 1711), cercò di riottenere Comacchio e difendere gli interessi papali su Parma e Piacenza; ottenne la ratifica dell'elezione imperiale di Carlo VI. Nominato cardinale (1712), camerlengo di Santa Romana Chiesa (1719-47) e vescovo di Sabina, si adoperò attivamente per appianare i contrasti tra Santa Sede e Francia causati dalla condanna dei giansenisti (bolla Unigenitus, 1713). Storico ed erudito, pubblicò le bolle e i brevi dello zio.

Media


Non sono presenti media correlati