Questo sito contribuisce alla audience di

Albertazzi, Giórgio

attore e regista teatrale, cinematografico e televisivo italiano (Fiesole, Firenze, 1923, Roccastrada 2016). Attore di nervosa e “confidenziale” modernità, ha affrontato un vasto repertorio contemporaneo (da Pirandello a Odets, Camus-Faulkner, Miller, Brancati, Moravia) e classico (Amleto, 1963; Riccardo III, 1983; Macbeth, 1988, di cui curò la regia). Al 1956 risale il lungo sodalizio artistico con A. Proclemer, interrottosi per qualche tempo e ricostituitosi nel 1992 con Caro bugiardo di J. Kilty. Al cinema diede, con varie prestazioni minori, la suggestiva interpretazione del film L'anno scorso a Marienbad (1961) di Resnais. Della sua lunga attività televisiva, ricca di affermazioni, si ricordano soprattutto una prestigiosa interpretazione de L'idiota da Dostoevskij (1959) e lo sceneggiato Dr. Jekyll e Mr. Hyde (1969), liberamente tratto da Stevenson, da lui diretto e interpretato. Dopo aver pubblicato nel 1988 un'autobiografia, Un perdente di successo, ritornò all'attività teatrale, sia come interprete sia come regista, con rinnovato vigore. Tra le altre interpretazioni ricordiamo Shakespeariana e, in collaborazione con il grande regista belga Armand Delcampe, Il ritorno di Casanova di Schnitzler e Re Lear, oltre a La rigenerazione di Svevo, tutte del 1993. Come regista, dopo aver messo in scena un classico, Macbeth (1988), curò, nel 1994, Lettera a una figlia di Wekser. Si dedicò anche alla direzione di una scuola di Teatro a Bagni di Lucca. Nel 1997 interpretò, ancora con la Proclemer, La luna degli attori, una farsa di Ken Ludwig, in cui i due attori affrontano per la prima volta un teatro estremamente leggero. Per la televisione interpretò lo sceneggiato Passioni (1993) e diresse (1995) La governante, di V. Brancati. Nel 1996 fù insignito della Gran Croce della Repubblica e nel 2001 fù nominato direttore del Teatro stabile di Roma. Nel 2003 tornò al cinema, interpretando L'avvocato De Gregorio di P. Squitieri e per il teatro recitò in Il mondo di Mr. Peters di A. Miller. Nel 2004 intepretò Quando si è qualcuno di Pirandello, con la regia di Massimo Castri e il film Ora e per sempre di Vincenzo Verdecchi. Nel 2007 diresse Salomè di R. Strauss, lo spettacolo teatrale Titania la rossa e recitò in Moby Dick diretto da Antonio Latella. Nel 2009 intepretò Lezioni americane di I. Calvino.