Questo sito contribuisce alla audience di

Albertino, Statuto-

complesso di norme giuridiche dello Stato Sabaudo così denominato dal re di Sardegna Carlo Alberto, che l'aveva concesso e mandato in vigore nel 1848. Era improntato agli ideali liberali: un primo testo fu steso da un Consiglio di conferenza e approvato dal re il 7 febbraio; uscito in 14 articoli, il nuovo Statuto fu presto rielaborato e completato dallo stesso Consiglio di conferenza e si ebbe così un testo definitivo formato da un'introduzione, priva di valore giuridico, in cui il re proclamava di emanare il nuovo Statuto con “scienza certa e volontà sovrana”. Prendendo a modello la Costituzione francese del 1830, era formato da 84 articoli suddivisi in titoli secondo le materie trattate; il re lo approvò il 4 marzo 1848 e in tal modo esso divenne la Carta costituzionale del Regno Sardo, prima, e del Regno d'Italia, poi.

Media


Non sono presenti media correlati