Questo sito contribuisce alla audience di

Aldington, Richard

poeta, romanziere e critico inglese (Portsmouth, Hampshire, 1892-Sury-en-Vaux, Francia, 1962). Fu tra i principali esponenti dell'imagismo, di cui, insieme alla moglie Hilda Doolittle, sviluppò la tendenza ellenizzante e la componente parnassiana. Il poemetto allegorico A Fool i' the Forest (1924; Un folle nella foresta), di sapore vagamente eliotiano, segna tuttavia il culmine di una crisi che da una sognante e aristocratica contemplazione di un passato mitico doveva portarlo, in seguito soprattutto all'esperienza della prima guerra mondiale, a un esame severo e spesso pungente della realtà contemporanea. Tecnicamente questo passaggio si manifesta nell'abbandono della poesia (i suoi Collected Poems, Poesie complete, del 1928 furono ripubblicati nel 1948 con poche aggiunte) e nella scelta del romanzo come strumento espressivo più confacente ai nuovi interessi. Accanto ai romanzi (tra cui Death of a Hero, 1930, Morte di un eroe; The Colonel's Daughter, 1931, La figlia del colonnello; All Men are Enemies, 1933, Tutti gli uomini sono nemici; e Women Must Work, 1934, Le donne devono lavorare), Aldington scrisse alcuni saggi critici, tra cui una biografia molto polemica su D. H. Lawrence, Portrait of a Genius, but... (1954; Ritratto di un genio, ma...), e Introduction to Mistral (1956; Introduzione a Mistral).

Media


Non sono presenti media correlati