Questo sito contribuisce alla audience di

Aleandro, Giròlamo

umanista e diplomatico pontificio (Motta di Livenza 1480-Roma 1542). Dotto orientalista, amico di Aldo Manuzio e di Erasmo da Rotterdam, recatosi in Francia nel 1508 visse quasi sempre a Parigi dove fu professore di latino e greco e poi rettore dell'Università di quella città (1513). Segretario del vescovo e principe di Liegi Erardo de la Marck dal 1515 al 1516, fu inviato a Roma dove ottenne la carica di bibliotecario della Palatina (1519). Esperto in politica, fu incaricato di numerose missioni diplomatiche; nel 1520 fu inviato come nunzio presso Carlo V con l'incarico di combattere il luteranesimo e partecipò nel 1521 alla Dieta di Worms che promulgò la condanna di Lutero. Nominato nunzio alla corte di Francia, nel 1525 fu fatto prigioniero insieme a Francesco I nella battaglia di Pavia; liberato, fu inviato nuovamente in Germania (1531-32), dove fu uno dei fautori della lotta contro i Turchi, e poi a Venezia (1533-35). Assistette Paolo III nella preparazione del Concilio di Trento e nel 1538 fu nominato cardinale. Autore di numerosi scritti storici e teologici, ci ha lasciato, tra l'altro, un trattato De habendo concilio e un Lexicon graeco-latinum.

Media


Non sono presenti media correlati