Questo sito contribuisce alla audience di

Almeida de Portugal, Leonor de-

marchesa di Alorna, scrittrice portoghese il cui pseudonimo in Arcadia fu Alcipe (Lisbona 1750-Bemfica do Ribatejo 1839). Educata nel convento di Chelas, dove rimase dal 1758 al 1777, sposò poi il conte di Oeynhausen, ministro plenipotenziario del Portogallo a Vienna, dove Almeida de Portugal lo seguì e rimase fino alla morte di lui (1793). A Vienna conobbe illustri letterati, fra i quali Metastasio. Tornata in Portogallo, per la sua attività antibonapartista fu costretta (1800) a riparare in Inghilterra. Tornò in patria nel 1814 e dette vita a un influente salotto letterario, frequentato dagli ultimi epigoni dell'arcadismo lusitano e dai primi romantici. Le Obras poéticas (6 vol., stampati nel 1844) di Almeida de Portugal includono diversi generi (sonetti, apologhi, idilli, quartine) e segnano il passaggio dal classicismo dell'Arcadia al Romanticismo. Instancabile traduttrice (Orazio, Pope, Ossian, Young, Herder, Lamartine, Macpherson), ha lasciato anche molte lettere (alle figlie, al maestro Francisco Manuel do Nacimiento) che sono tra le sue cose migliori.

Media


Non sono presenti media correlati