Questo sito contribuisce alla audience di

Alphand, Jean-Charles-Adolphe

ingegnere francese (Grenoble 1817-Parigi 1891). Nel 1838 lavorò a Bordeaux, dove conobbe il barone Haussmann; divenuto questi Prefetto della Senna, Alphand fu chiamato a collaborare ai grands travaux parigini dal 1854 al 1891. Ingénieur en chef du Service des Promenades et Embellissements de Paris dal 1857, quindi Directeur de la voie publique et des promenades dal 1867, lavorò sempre in stretto contatto con Haussmann, concependo il verde come parte di un più ampio sistema di pianificazione, che abbracciava tutta la città. Caratteristica dei suoi spazi verdi è la totale artificialità: il Bois de Boulogne e il Bois de Vincennes vennero trasformati da Alphand in un dedalo di linee curve e serpentine la cui “urbanità” era confermata dall'attenzione conferita agli arredi (fontane, lampioni, chiostri). Progettò anche il verde nelle nuove piazze, offrendo una rielaborazione degli squares londinesi. Nel 1871 fu nominato Directeur des travaux de la ville de Paris. La più completa ed estesa descrizione delle sue opere si trova nell'Atlas des travaux de Paris e nelle sue Promenades de Paris (1867-73).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti