Questo sito contribuisce alla audience di

Altan Khān

principe dei Mongoli (m. 1583). Discendente di Gengis Khān, dopo aver attuato l'unificazione delle tribù mongole e aver lottato contro gli Ōirat, sospingendoli fino ai confini del Gobi, mosse l'ultimo serio attacco mongolo contro l'Impero cinese, compiendo dapprima incursioni a nord della Cina e spingendosi poi fino a Pechino (1550). L'avvenimento forse più significativo verificatosi durante il suo regno (1543-1583) fu la conversione delle tribù mongole al lamaismo tibetano di cui Altan Khān divenne protettore, creando per colui che lo aveva iniziato a questa dottrina il titolo di Dalai-lama, tuttora conservato per designare il capo supremo della Chiesa tibetana.

Media


Non sono presenti media correlati