Questo sito contribuisce alla audience di

Alvarez Bravo, Manuel

fotografo messicano (Città di Messico 1902-2002). Studente di pittura all'Accademia nazionale di belle arti della città natale, si è accostato alla fotografia nel 1929, per poi passare al professionismo un anno dopo. Grande ammiratore di P. Picasso, ha tratto ispirazione dalle opere di E. Weston e T. Modotti, pur conservando la propria individualità. Nel 1936 ha partecipato a una mostra a Città di Messico con H. Cartier-Bresson e si è avvicinato al surrealismo, movimento di cui una delle sue foto più famose, La Fama addormentata, viene considerata l'emblema. Oltre a realizzare reportage, Alvarez Bravo si è specializzato nel nudo e nel paesaggio. Nelle sue opere si colgono reminiscenze degli affreschi murali di D. A. Siqueiros, J. C. Orozco e D. Rivera, improntati all'eroismo epico, ma anche i riflessi della cultura popolare messicana, fantasiosa e incline al magico. Occupatosi di cinema dal 1943 al 1959, a partire dagli anni Settanta ha raccolto molti riconoscimenti a livello internazionale, culminati nel 1986 in una retrospettiva al Musée d'Art Moderne parigino.