Questo sito contribuisce alla audience di

Amèndola, Giovanni Battista

scultore italiano (Sarno 1848-Napoli 1887). Dopo la formazione a Napoli e a Roma, un premio vinto nell'esposizione napoletana del 1877 gli diede la possibilità di recarsi a Parigi e a Londra. Esponente del tardo verismo napoletano, scolpì ritratti e gruppi di figure rappresentati in azioni e ambienti di tipo quotidiano; predilesse l'uso del gesso e della terracotta. Di lui ricordiamo Il maniscalco (Napoli, Museo Nazionale di S. Martino) e il busto in bronzo del pittore Alma-Tadema.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti