Questo sito contribuisce alla audience di

Amanti fòlli

(Liebelei), film tedesco di M. Ophüls (1933). Nella Vienna del valzer e dell'Opera, degli ufficiali inappuntabili e dei duelli all'ultimo sangue, il film descrive l'amore “eterno” tra una ragazza di modesta famiglia e un tenente della guardia, stroncato dalla vendetta della gelosia e dal codice dell'onor militare. Tenerissimo e tragico, tutto impostato sulla freschezza e semplicità dei sentimenti e sul controcanto della duplice morte, il “poemetto” – che doveva segnare l'intera carriera del suo regista – uscì in prima visione a Berlino il giorno stesso (16 marzo 1933) in cui Ophüls era costretto dal trionfo del nazismo a lasciare la Germania.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti