Questo sito contribuisce alla audience di

Amari, Michèle (patriota)

patriota (Palermo 1803-1877). Di nobile famiglia, partecipò attivamente alla vita politica siciliana e fu decurione di Palermo (1836), intendente di Messina (1848) e ministro delle Finanze (1849). Esiliato a Genova dopo il fallimento della rivoluzione, si prodigò per raccogliere fondi e armi destinate ai patrioti siciliani. Collaborò con Garibaldi che lo nominò suo rappresentante a Torino.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti