Questo sito contribuisce alla audience di

Amasi

faraone egiziano della XXVI dinastia, regnò dal 569 al 526 a. C. Eletto dalle truppe, succedette ad Apries dopo averlo sconfitto. Ebbe un regno pacifico e prospero, nonostante un primo attacco del re di Babilonia Nabucodonosor. Concentrò a Naucrati tutto il commercio greco d'Egitto, sottomise Cipro e intrattenne relazioni amichevoli coi Greci di Cirene, con Creso di Lidia, con Policrate di Samo e gli altri nemici dei Persiani. Erodoto lo descrive come un re saggio e gioviale e ne fa l'inventore della tassa sul reddito.

Media


Non sono presenti media correlati