Questo sito contribuisce alla audience di

Ambrògio da Milano

(Ambrogio Barocci), scultore e architetto italiano (notizie tra il 1470 e il 1516). Dopo un'attività giovanile a Venezia, fu attivo a Urbino già anteriormente al 1474, eseguendo, probabilmente su disegno di L. Laurana, i fregi di porte, finestre e stipiti della facciata ad ali del Palazzo Ducale e lavorando a decorazioni nello scalone e in alcune sale. Nel 1475 collaborò con Antonio Rossellino alla tomba del vescovo Roverella in S. Giorgio a Ferrara. Autore con Pippo da Firenze del portico del duomo di Spoleto (1491), lavorò in seguito a Todi in S. Maria della Consolazione (1516). Il suo vivace gusto decorativo fonde elementi lombardi (con suggestioni venete) e toscani.

Media

Ambrogio da Milano.