Questo sito contribuisce alla audience di

Ambròsio, Arturo

pioniere del cinema italiano (Torino 1869-Roma 1960). Fu con R. Omegna il primo documentarista italiano, avendo ripreso nel 1904 La prima corsa automobilistica Susa-Moncenisio e Le manovre degli alpini al Colle della Ranzola, e il primo grande produttore nazionale, avendo inaugurato con Gli ultimi giorni di Pompei (1908) la moda mondiale dei film storici in costume, detti più tardi “film-peplo”. Allestì a Torino nel 1905 i primi teatri di posa italiani, organizzò l'attività della propria società (“Ambrosio Film”) su un piano industriale valendosi di schiere di tecnici e di attori, oltre che di molti scrittori, e realizzò nell'arco di vent'anni più di mille film. Ebbe l'esclusiva per tutte le opere di G. D'Annunzio. Altre opere: Nerone (1909), La nave (1911), Delenda Carthago (1915).

Media


Non sono presenti media correlati