Questo sito contribuisce alla audience di

Ambròsio, Vittòrio

generale italiano (Torino 1879-Alassio 1958). Nella seconda guerra mondiale comandò la II armata in Iugoslavia (1941); nel gennaio 1942 fu nominato capo di Stato Maggiore dell'esercito, nel febbraio 1943 capo di Stato Maggiore generale. Ebbe parte importante nella preparazione del colpo di Stato del 25 luglio 1943, che pose fine al regime fascista, e dell'armistizio dell'8 settembre. Sorpreso dalla reazione tedesca riparò con il re nell'Italia meridionale, dove fu dimesso dal comando.

Media


Non sono presenti media correlati