Questo sito contribuisce alla audience di

Ambrus, Zoltán

narratore e critico teatrale ungherese (Debrecen 1861-Budapest 1932). Esponente degli “occidentalisti”, nei suoi romanzi ritrasse con fine ironia la vita borghese della Budapest del suo tempo. Subì l'influsso di Flaubert, Maupassant e France. Tra i suoi migliori romanzi: Re Mida (pubblicato dapprima su giornali, a puntate, e poi nel 1906 in volume), che è un fecondo miscuglio tra romanzo realistico e saggistica; Giroflé e Giroflà (1901), incentrato su alcune figure di attrici e ricco di riferimenti autobiografici; e Solus eris (1907; Sarai solo), frutto di un'attenta introspezione. Figure della vita di Budapest, caratteristiche di una capitale in pieno sviluppo, ravvivano i racconti di Il barone Berzsenyi e famiglia (1906).

Media


Non sono presenti media correlati