Questo sito contribuisce alla audience di

Amorósa visióne

poema allegorico in terzine dantesche di G. Boccaccio, composto probabilmente dal 1342 al 1343. Una donna gentile guida il poeta a un castello nelle cui sale sono raffigurati i trionfi della Scienza, della Gloria, della Ricchezza, dell'Amore, della Fortuna. Attratto poi dalla vista di un giardino fiorito, dove danzano e cantano molte belle donne, il poeta s'inoltra in un bosco con Fiammetta; quando si risveglia è pronto a seguire la guida nel cammino della virtù. La concezione stilnovistica del poema non aderisce alla realtà profana e sensuale delle scene; culturalmente, però, l'opera è importante perché il mondo del mito vi rivive in splendidi affreschi, fornendo il modello ai Trionfi del Petrarca.